Stai Zitta Logo

VÒGUÈ VÒGUÈ VÒGUÈ!

By Yamuna Forzani

. In COOLTURA

 

Ovviamente tutti conosciamo a memoria il video di “VOGUE” di Madonna, ma il vogueing è molto più di una donna bianca, etero e cisgender che fa le pose. Scusa Madge, continuerò ad amarti ma per me non rappresenti questa scena underground che considero sacra. Hai preso un fenomeno intrinsecamente  queer, transgender, latino e afroamericano e hai cancellato il suo contesto originario con le parole della tua canzone: “It makes no difference if you’re black or white, if you’re a boy or a girl.” Perché la cultura dei Vogue Ball ha avuto origine ad Harlem negli anni 70, nella comunità gay black/latina e nasceva come un atto di sfida necessario, e mentre tu guadagnavi un sacco di soldi, la Queen che ti ha insegnato i segreti del vogueing era povera e depressa.

 

 

Se volete un vero assaggio della cultura dei Ball vi consiglio di guardare il documentario PARIS IS BURNING, che offre uno sguardo dettagliato e affascinate sulla vibrante BALLROOM COMMUNITY della comunità black, transgender e latina (ma non solo) a New York; dalle “butch queens” all’ “art of reading”. Il documentario esplora anche l’importanza del legame famigliare che si crea tra i partecipanti e il senso di sicurezza che ne deriva, in opposizione alle persecuzioni che queste minoranze subivano (e continuano a subire) quotidianamente. Personalmente l’ho visto quattro anni fa, insieme a mio padre, e ci siamo entrambi innamorati all’istante. Non sapevo esistesse una scena vogueing in Europa, finché un giorno un ragazzo della scena è venuto a un mio casting e ha iniziato a ballare: sono rimasta a bocca aperta, ho iniziato a sudare. Ero emozionantissima. Così è iniziato il mio coinvolgimento nella scena. Quando sono andata al mio primo ball ho sentito che era quello che stavo cercando da tutta la vita, mi sono sentita a casa.

 

 

Ho incontrato Guilliano Pinas, venticinquenne di Rotterdam noto nella ballon scene come Typhoon 007 e nella kiki scene come Overall Father Typhoon Angels of the International European Kiki House of Angels. Ha iniziato a fare vogueing sei anni fa, e ho deciso di fargli qualche domanda sulla sua esperienza personale nella scena:

 

SZ: IN CHE MODO È CAMBIATA LA TUA VITA DA QUANDO HAI INIZIATO A FARE VOGUEING?

 

G: Il vogueing e la ballroom scene in generale hanno cambiato la mia vita in modo radicale: il vogueing è noto per la sua femminilità; quando ho iniziato a ballare vogue femme non avevo ancora fatto coming out ed era difficile per me essere femminile. Non mi ritengo una persona particolarmente femminile o flamboyant quindi era difficile all inizio avere quelle movenze.. Ma credo che ognuno di noi abbia un lato femminile più o meno nascosto che aspetta solo di uscire allo scoperto, che sia in drag o attraverso la danza. Con il vogueing ho imparato ad accettarmi per quello che sono, e ad accettare serenamente la mia sessualità. Mi ha anche dato la sicurezza per fare coming out con la mia famiglia. Per me non è solo una danza, ma uno stile di vita.

 

 

SZ: BELLISSIMA RISPOSTA! LA SCENA VOGUEING È SEMPRE STATA UNDERGROUND MA STA DIVENTANDO SEMPRE PIÙ POPOLARE. COSA NE PENSI? APPREZZI CHE CI SIA QUESTA VISIBILITÀ O PREFERIRESTI CHE RIMANESSE UNDERGROUND?

 

G: La ballroom scene è un fenomeno profondamente underground, lo è dai suoi inizi negli anni 70 ma credo stia crescendo più forte che mai. Preferirei comunque che restasse fedele alle sue origini e non diventasse troppo mainstream. È importante avere uno spazio sicuro per la comunità LGBTQ dove le persone possono essere sé stesse senza essere giudicate per la loro sessualità e il loro stile di vita. Se qualcuno è davvero interessato troverà il modo per entrare in contatto con la ballroom life, o viceversa, la ballroom life troverà il modo di entrare nella sua vita.

 

 

SZ: HAI QUALCHE CONSIGLIO PER I GIOVANI LGBTQ?

 

G: il mio consiglio è: se vi sentite soli o non accettati dalla comunità, provate ad avvicinarvi alla scena ballroom. mi ha aiutato ad essere la persona che sono oggi. Ho imparato che esiste un posto per tutti, basta essere aperti e desiderarlo. La Ballroom ha cambiato la mia vita in positivo, e potrebbe cambiare anche la vostra.

 

SZ: COSA VUOL DIRE ESSERE FATHER OF THE HOUSE, QUALI SONO LE TUE RESPONSABILITA?

 

G: Essere father of the house è come essere padre nella vita. Una figura materna/paterna è colei che prende la responsabilità di rappresentare la casa.

Come madre/padre devi supervisionare quello che i tuoi ragazzi fanno e quello che succede nella casa, e soprattutto avere na buona comunicazione con la famiglia, è fondamentale per tenerla unita.

 

Comments