Stai Zitta Logo

TI AMO SHIA LABEOUF

By LAURA TONINI

. In COOLTURA

È difficile scegliere un uomo ideale tra tutti quelli (vivi?) del mondo, anzi non lo è affatto infatti ci ho messo circa dieci secondi: la mia risposta è Shia Labeouf. In un mondo ideale non sarei costretta ad argomentare questa risposta, ma per sicurezza sottolineo che sicuramente è perché è pazzo, inoltre è pazzo e infine è davvero pazzo. Non lo è sempre stato, o se lo era è riuscito per i primi tempi a tenere sotto controllo la situazione: almeno fino a “Transformers” si poteva legittimamente supporre che il suo appeal da fuorisede calabrese bello fosse la cosa migliore che Shia avesse da offrirci -ma ovviamente ci sbagliavamo. Infatti, come tutte le persone degne di essere definite intelligenti, il nostro, non appena ha avuto un minimo sentore di realizzazione umana e professionale, ha prontamente rovinato tutto.

 

Tutto è cominciato con il solito degrado hollywoodiano chic: (“sarà alcolizzato? sarà ossicodone?” ci chiedevamo garruli) una rapida sequenza di risse in posti in cui non puoi farti davvero male perché le facce di tutti i presenti sono troppo note e costose per essere rovinate, urlatacce sbronze ai giornalisti, sceneggiature copiate a Daniel Clowes, ricoveri in cliniche da sogno, escursioni nel mondo fatato dell’arte contemporanea etc etc

 

Però, come i fan sanno bene, intorno al 2014 le cose hanno cominciato ad andare seriamente a rotoli e a Shia (che è uno di noi) non è venuto in mente niente di meglio da fare che cominciare a rotolare insieme a loro, guadagnandosi il nostro cuore e il nostro desiderio di emulazione. Quindi ripercorriamo insieme i nostri momenti più felici, per migliorare un po’ la nostra giornata:

 

1. LA VOLTA CHE SI E’ MESSO A INSEGUIRE UN BARBONE CERCANDO DI RUBARGLI IL SUO SACCHETTO MCDONALD’S:

 

 

voglio dire, a chi di noi non è capitato?

 

2. LA VOLTA CHE HA FISSATO INCATTIVITO UN MOTOCICLISTA ALL’INCROCIO SENZA ALCUN MOTIVO:

 

 

tuttora uno dei miei video youtube prefe in assoluto

 

3. QUANDO SI E’ PRESENTATO CON UNA BUSTA IN TESTA ALLA PRIMA DI NYNPHOMANIAC A BERLINO:

 

 

risposta fornita a tutti i giornalisti (e spero anche agli altri) quella sera: “I’m a bag. ask me a bag question”.

 

4. QUANDO SUL SET DI FURY SI E’ RIFIUTATO DI LAVARSI PER MESI PER ENTRARE MEGLIO NELLA PARTE E HANNO DOVUTO SPOSTARLO IN UN HOTEL DIVERSO PERCHE’ LA TROUPE SI LAMENTAVA:

 

 

omaccione.

 

5. QUANDO SI E’ APPASSIONATO DI FREESTYLE, HA QUINDI SUBITO PROCEDUTO A DISSARE DRAKE E DICHIARARE DI ESSERE “THE BEST SINCE TUPAC”:

 

 

the BEST

 

6. OVVIAMENTE QUANDO ASSALTA I NAZISTI WHITE SUPREMACISTS E SI FA ARRESTARE PERCHE’ E’ COMUNQUE TOTALMENTE PAZZO <3:

 

 

Shia prendi in mano la segreteria del PD!

 

 

A questo punto credo sia abbastanza abbastanza evidente perché Shia Labeouf fa tremare i nostri cuoricini innamorati. E nel nome del sentimento collettivista che anima la Sua Ricerca Artistica lasceremo questo articolo aperto a segnalazioni di altri Gloriosi Momenti di Shia passati o futuri che possano aiutarci a ricordare quello che tutti desideriamo, ma troppo spesso dimentichiamo: il nostro fine ultimo, la ricerca che tutti ci accomuna, il Sacro Graal che sembra sempre a portata di mano e poi invece sparisce fra le nostre dita, cioè un giusto dosaggio di farmaci antipsicotici.

 

Ciao bomber, torna presto a farci sognare.

 

Shia GIF - Find & Share on GIPHY

 

SEGUI QUI IL LIVE-STREAM ANTI-TRUMP DOVE É STATO ARRESTATO (SPOILER ALERT: CERTE VOLTE CI SONO ANCHE TROLL NAZI) #VIVALABEOUF