Stai Zitta Logo

RIP MTV VMAS

By NAUGHTY CUB

. In GOSSIP

Da oramai 4 anni i VMA stanno inesorabilmente annegando nel mare tempestoso della disperazione. Dopo l’ineguagliato successo del 2013, con Miley che ha ricollocato gli assi del consentito, le edizioni successive sono state un’iperbole verso la decadenza.

 

Questa iperbole non è percepibile solo dalla chiara qualità dell’intrattenimento in completo tracollo ma anche dagli stessi dati ufficiali dello show (che quest’anno, stranamente, non sono nemmeno ancora pervenuti al pubblico). Nell’edizione dell’anno scorso gli ascolti hanno registrato un calo del 34%*, che tradotto da termini televisivi a termini umani significa DISASTRO TOTALE. Siamo abbastanza fiduciosi che quest’anno la situazione non sia tanto diversa, dato che si può considerare un passaggio di stato da “noioso” a “ma che cazzo è questa merda”.

 

Il target del programma è confuso, non sono riusciti a cogliere in pieno la sfera di interessi dei teenagers americani e globale (troppo eterogenea o forse troppo complicata da comprendere e decifrare per la produzione del programma) e nemmeno riscuotere il ben che minimo interesse da parte del pubblico storico e cultore.

 

Il caotico degrado è sicuramente sottolineato dalla la presenza molto cospicua di artisti interessanti e validi (oddio, per la precisione due: Miley Cyrus e Kendrick Lamar) in un mare di merda di blogger, instagrammer, bukkine e bukkini, e incapaci di ogni sorta e tipo. Se una volta MTV lucrava sui giovani talenti, ora lucra semplicemente sui giovani. In questo burrascoso e poco chiaro scenario si infilano due regine autoproclamante (visto il chiaro non apprezzamento della critica, meglio nota come: i gay)

 

Taylor Swift e Katy Perry, che credono di essere l’immagine di donne forti e slaying, in grado di tenere una nazione fra due dita; il risultato non è decisamente come quello sperato. Lo show, riassumendo, si presenta come una porcata senza senso, senza musica, senza intrattenimento, senza volgarità o sincerità di alcun tipo (sia mai che poi gli sponsor scappano a gambe levate), senza ospiti e quindi senza show.

 

 

 

Questa foto aberrante di Katy Perry povera vestita come la Cesira channeling Game of Thrones potrebbe riassumere in modo molto sintetico il degrado assoluto raggiunto, ma possiamo proporvi di meglio.

 

Ad esempio il delirio ego-maniaco della stessa, che non sa proprio più come dimostrarci di essere rilevante.

Ma anche P!nk, che si, continua ad esistere e a fare lo stesso schifo da oltre 14 anni cose nonostante siano cambiate parecchie cose dal 2003.

 

Il rigurgito delle Spice Girls, poi Pussycat Dolls, poi Danity Kane, poi Girls Aloud, il derivativo del derivativo del derivativo con un pizzico di reality show, per rendere il prodotto ancora un po’ più scadente e senz’anima di quanto non sia gia nella sua derivazione assoluta.

 

La performance di Demi Lovato, che sebbene abbia pubblicamente annunciato il ritiro dalle scene per perseguire una nuova grande passione (il cazzo!), sia stata recuperata in corner da MTV per la disperazione generale della propria etichetta, sua e di MTV stessa. Introdotta da una scema sconosciuta con un finto accento giamaicano, giusto perché ogni occasione è buona per tutti per  dimostrare quanto puoi essere disperata.

 

Non riporteremo nemmeno le performance di Taylor Swift e Katy Perry perché sebbene queste altre da noi riportate scialbe fossero solo irrilevanti, siamo sicuri che fra 5 anni Katy e Tay Tay non vorranno rivedere quello che hanno fatto ieri sera sul palco, perché era veramente troppo, troppo, disperato, degradante ed imbarazzante per una donna o un uomo o in generale per un essere umano.

 

Comments