Stai Zitta Logo

Outing: sono 🌴 Palmasessuale 🌴

By EMANUEL AMABILIS

. In GOSSIP

Questo non vuole essere il mio solito articolo da Gossip Culumnist: voglio lanciare un allarme!

 

Appena ho letto che avevano dato fuoco alle palme in Duomo ho capito che la notizia era una bufala e che il rischio è altissimo, e su scala mondiale!! Si è trattato chiaramente di AUTOCOMBUSTIONE: i cambiamenti climatici stanno peggiorando in maniera apocalittica, tanto che i giornali hanno deciso di insabbiare la verità facendoci credere che fossero stati degli estremisti a danneggiare i tre esemplari di Arecaceae.

 

Il nemico numero uno, ovviamente, è Trump. Lui conosce benissimo il rischio che i cambiamenti climatici comportano, ma è anche il primo a sostenere che l’effetto serra NON ESISTE (WTF?!). Forse la situazione ambientale non è così catastrofica come sembra, ma mi rifiuto di pensare che una persona possa essere così triste da dare fuoco ad una povera pianta da frutto indifesa! Amico, tu che hai bruciato la palma, se mi leggi, potrai anche avere un’esistenza miserabile, ma esistono molti modi per redimerti ed entrare a far parte della nostra società moderna e palmasessuale. Darti fuoco è uno di questi 😉 I miei informatori della Mafia Gay mi hanno rivelato che il terribile incidente accaduto in Duomo in realtà è dovuto al fatto che ogni volta che una ragazza bianca prova a twerkare una palma va in autocombustione: STOP WHITE PEOPLE! MI LEGGI MILEY CYRUS!?

 

 

Okay, le palme sono un elemento un po’ antico ma tutti le amano: nel 1800 erano già presenti a Milano in piazza Duomo, (documentatevi estremisti ihih). Tutti hanno usato le stampe-palma nella mowdah! Guarda quei bei pattern vintage di Gianni Versace o il periodo Tumblr 2012-2014, chi non ha mai rebloggato una cyber-palma o una slut kawaii con palme sullo sfondo? Le palme sono iconiche. Producono olio dannoso per il nostro organismo, verissimo, ma a chi non piace il fritto? Oltre alla frutta ipercalorica come i datteri, le palme creano anche uno scenario romantico ed esotico.

 

Immagina: è piena notte. Sabato sera. Tu sei ubriaca e sola, appena scaricata dal tuo sugar daddy perché ha scoperto il tuo passato da VIP di Netlog. Stai recandoti a prendere il 24 dietro il Duomo per andare a consolarti al Plastic, ma un piccione va in autocombustione (ragazzi il surriscaldamento globale esiste CAZZO) e ti cade addosso. Spaventata e con una ciocca di capelli in meno inciampi e arranchi fino alle palme. Lì alzi lo sguardo e vedi questo bellissimo ragazzo libanese, pelle ambrata, barba perfetta e petto villoso. Sta raccogliendo dei datteri in cima ad una palma, e se non fosse per quelle espadrillas giallo senape sarebbe l’uomo perfetto (Sì, nelle mie fantasie erotiche libanesi barbuti raccolgono datteri il sabato notte in Duomo okay?!). Lui ti guarda preoccupato e corre in tuo soccorso. E subito nella tua testa parte “High by the beach” di Lana del Rey…

 

Quindi ragazzi, basta accanimenti sulle palme, sì è vero, sono ancora piccole e un po’ spelacchiate, ma cresceranno grandi e rigogliose, regalandoci datteri e libanesi barbuti!

 

Grazie Starbucks. Grazie.

 

 

Stay Classy. Stay Zitta.