Stai Zitta Logo

INTERVISTA CON L’AGNELLO DI BERLUSCONI: LA VITA DOPO LA PASQUA

By TEA HACIC

. In COOLTURA

 

 

SZ: Ciao, Agnello. Grazie per poter parlare con noi!

 

A: Ciao, grazie a voi.

 

SZ: Oggi è Pasquetta. Tu dovevi già essere morta, mangiata da una famiglia mentre litiga di politica. Come ti senti?

 

A: Mi sento da dio! Berlusconi mi ha salvato la vita. Sono felice.

 

SZ: Come è Berlusconi?

 

A: È un uomo divertente. A me piace ridere. Mi ha toccato, tanto.

 

SZ: In che senso, “toccato” ?

 

A: Nel senso che…mi ha toccato. Tanto.

.
SZ: Bene. Ma adesso, che programmi hai? Visto che sei ancora viva?

 

A: Questo è un problema, non lo so! L’attenzione che ho ricevuto è stata bella ma adesso voglio di più. Devo cercare un modo di tenerla viva per sempre.

 

 

SZ: Dici su Instagram?

 

A: Si, certo, voglio almeno 1 milione di followers su Instagram, ma anche un reality show–perchè no? Inizio con dei video virali su Youtube in cui mi faccio le coccole con qualche maiale o chihuahua e si parte da li’!

 

SZ: Se non riesci fare quelle cose? Non saresti felice di avere una vita normale, visto che non dovevi nemmeno averla?

 

A: No. Io sono speciale. All’inizio, pensavo forse di andare a scuola e diventare un avvocato per i diritti degli animali ma pensavo–loro non hanno mai fatto nulla per me. La mia mamma? Scappata quando ero piccola. I miei amici? Morti. Io sono da sola in questo mondo e devo pensare solo a me stessa.

 

SZ: Sei una donna forte. A noi ci piace. Secondo te, gli italiani diventano vegetariani, adesso che lo è diventato anche Berlusconi?

 

A: Ti dico un segreto. Berlusconi non è veramente vegetariano. Quello che ha fatto con me, non lo capisco ancora, forse voleva usarmi per ripulirsi l’immagine prima di ritornare in politica, o forse è semplicemente innamorato di me. Forse voleva essere vegetariano davvero e non ci riesce, perchè con i suoi compagni di partito deve sempre far vedere che è un “macho” che mangia pezzi di carne sanguinanti. La vita va così, nessuno è perfetto. Io lo amo lo stesso.

 

SZ: Un donna che ama troppo.

 

A: Forse, si. Ma sopratutto, amo me stessa.

 

Comments