Stai Zitta Logo

Queer CAMPerVAN a Milano!

By SZ STAFF, PHOTOS BY SAMUEL DOUEK

. In COOLTURA

Il Queer CAMPerVAN è finalmente arrivato a Milano! Dopo aver attraversato varie città europee, alle 19 il camper atterrerà nel cortile del Q21 e per le successive tre ore si trasformerà in uno stage dove prenderanno vita le vostre fantasie queer più inconfessabili!

 

Abbiamo intervistato Samuel Douek, Fiontán Moran & Zoë Marden, i ragazzi che fanno parte del team, per capire meglio cosa ci aspetta…

 

Peckham Festival, London 2016

 

 

Come vi siete conosciuti?

 

Ci siamo conosciuti in un bunker della seconda guerra mondiale a Dalston, in occasione della prima edizione di “Alternative Alternative Miss World”. Il nostro rapporto è iniziato all’ombra della competizione, ma è poi sbocciato in un’amicizia destinata a durare per sempre, quando ci siamo pavoneggiati insieme per le strade di Stoccolma al Pride di tre anni fa.

 

Da dove nasce l’ispirazione per questo progetto?

 

Samuel Douek ha creato CAMPerVAN come parte del suo Master al Royal College of Art in risposta alla chiusura, negli ultimi anni, di moltissimi spazi queer nel Regno Unito. Zoë e Fiontán sono diventati presto intrinsechi al progetto che è cresciuto fino ad ottenere una presenza regolare al Peckham Festival ed alla Tate Modern di Londra.
Quando Zoë è stata invitata a portare il CAMPerVAN al Lila Queer Youth Festival di Zurigo, abbiamo deciso di organizzare un intero tour partendo da lì, con tappe a Bruxelles, Rotterdam, Berlino, Milano e Parigi.

 

Uniqlo Tate Lates, Tate Modern, London 2017

 

 

Che musica ascoltate quando siete on the road?

 

Essendo malamente equipaggiato, il nostro povero Golf permette una rotazione di soli sei CD, quindi qualsiasi cosa #drama: Lana Del Rey, Céline Dion… Abbiamo anche avuto molte conversazioni intense e profonde, che aiutano a far scorrere gli infiniti chilometri di strada.

 

Chi è l’autista migliore e chi il peggiore tra voi?

 

Samuel ha guidato per tutto il tragitto. Le abilità di Zoë e Fiontán, invece, sono emerse quando una semplice manovra di inversione ha quasi causato la fine del viaggio.

 

Qual è stato il vostro autogrill preferito finora?

 

A Bruxelles ci siamo imbattuti in uno strano bar in stile L.A dentro una stazione di servizio che sembrava una comune dedita alla vita salutare. Siamo convinti che fosse una copertura di un culto alt-right.

 

Uniqlo Tate Lates, Tate Modern, London 2017

 

 

Date passaggi agli autostoppisti?

 

I nostri mezzi sono pieni zeppi di parrucche, stivali alla coscia e attrezzatura per filmare il tour quindi, purtroppo, non c’è spazio per gli autostoppisti. A meno che non siano super carini 😉

 

Qual è stata la performance più memorabile fino ad ora?

 

La nostra prima performance di gruppo a Bruxelles è stata decisamente intensa, dato che abbiamo avuto solo un’ora per prepararla, ed è finita con Fiontán che si è bruciato con le luci del palco.

 

Che cosa possiamo aspettarci dalla vostra performance (e cosa dovremmo indossare)?

 

Sarà uno spettacolo spettacolare!Poesia, danza, drag e malizia. Dovreste vestirvi in maniera stravagante e esprimere voi stessi: dress to kill! Fiontán si ispirerà a Raffaella Carrà, Zoë sarà cosmica e Samuel alzerà la temperatura di 100 gradi.

 

Come dice Frank N. Further: “Don’t dream it – be it.”

 

 

SEGUI LE AVVENTURE DEL CAMPERVAN SU INSTAGRAM!

 

Comments