Stai Zitta Logo

Come Liberare la Casa dai Fantasmi

By FILIP ADRIAN

. In COOLTURA

wikihow1

Non che sia sicuro che la mia casa sia infestata da fantasmi o che provi una qualche forma di dubbio a riguardo, ma la prudenza non è mai sufficiente. Ci sono vaghe possibilità che a ogni sbadiglio un qualche pervertito dall’oltretomba stia cercando di infilarmi il suo pene spettrale in bocca. Se da sempre viene insegnato di mettersi la mano davanti alla bocca quando si sbadiglia ci sarà pure un motivo razionale. So che nel medioevo i denti erano tutti marci perché non avevano ancora inventato il dentifricio e strofinarsi gli incisivi con la cenere poteva sembrare una pratica poco invitante, ma se tutti avessero i denti marci di cosa ci sarebbe mai da vergognarsi?

 

Spettropeni in bocca o meno, se ci fossero dei fantasmi in casa vorrei che almeno contribuissero alla tassa sui rifiuti, quindi perché non sbarazzarsene?

 

Wikihow è il mio timone e la mia guida in molte situazioni quotidiane. Mi ha insegnato a regolare il termostato e a non provare rancore nei confronti delle persone benestanti, quindi mi affiderò a questo mio personalissimo manuale delle giovani marmotte anche in quest’occasione.

 

Wikihow a volte perde la concentrazione e va fuori tema, quindi non butterò il mio poco tempo e le mie scarse risorse nel costruire un microfono a infrasuoni o a pagare uno psichiatra perché mi dica che chiamare gli anziani “cadaveri” potrebbe avermi condotto a un episodio psicotico durante il quale ho seriamente iniziato a ipotizzare un’infestazione. Salterò le prime due parti e passerò direttamente alla terza perché mi piacciono le cose semplici e preferisco rinunciare prima di aver ancora iniziato per evitarmi di sentirmi in dovere di mollare la spugna in corsa. Spesso è così fastidioso!

 

Chiedere educatamente a qualcuno di andarsene non funziona con gli stupratori, i rapinatori o i promotori del patriarcato, quindi non funzionerà nemmeno con qualcuno che è già morto e che probabilmente è di vedute più ristrette di qualche molestatore che frequenta la 90/91. Magari si tratta di un nazista. Magari di un analfabeta. Magari di qualcuno che teneva gli schiavi in casa. Gli analfabeti non sono così male però, spesso non è colpa loro.

 

Con un tono di voce neutro, fermo, ma non indifferente, ho chiesto alle presenze di andare a infestare le case dei miei ex-fidanzati perché non ho proprio tempo per puttanate ultraterrene e non stiamo girando un servizio di Mistero Adventure. Non avendo sentito nessuna differenza ho pensato che avesse funzionato.

 

La fede è così, quadra solo quando non ti poni domande e non vai cercando l’evidenza. E proprio sul tema fede, ho evitato di fare un esorcismo. Di solito esorcismo è la mia parola preferita, ma scacciare Satana mi sembra fuori luogo se prendiamo in considerazione il fatto che lui abbia un pene a tre punte. E anche una coda! Le code sono proprio carine.

 

Ho comunque pulito casa. Non io personalmente, ma il mio collaboratore domestico giovedì mattina. Quando non ti piace fare qualcosa, fallo così terribilmente male che nessuno ti chiederà mai più di farlo oppure paga qualcuno perché lo faccia al posto tuo. Mi sento comunque di aver incoraggiato un flusso di energie positive. L’ho fatto aiutando l’economia a girare in nero. Inoltre ero convinto di aver compiuto la missione al punto uno della parte tre.

I fantasmi probabilmente non esistono, ma è statisticamente probabile che non ci siano nemmeno certezze su cui fare affidamento e l’importante non è provarci, ma capire quando lasciar perdere.

 

Comments