Stai Zitta Logo

BELLE E BRAVE

By LAURA TONINI

. In COOLTURA

Tutti sappiamo che l’immagine pubblica è molto importante. E’ importante oggi, come era importante cento anni fa e diecimila anni fa. Questo soprattutto se sei una donna e, non essendo vissuta diecimila anni fa, devi confrontarti anche con quei piccoli pezzetti del tuo riflesso che l’internet ti restituisce generosamente. Mi fermerei a piangere su questo dato di fatto ma: A) non mi importa nulla B) la parte migliore deve ancora venire.

Infatti indovina chi deve condividere con noi la gioia di googlarsi? Le donne che fanno politica. Sfortunatamente per loro non possono limitarsi però a sembrare sufficientemente impegnate/attraenti o non troppo ubriache, infatti devono anche trasmettere un senso di autorevolezza e affidabilità per la Nazione ( e per Dio e per la Patria). Inoltre la loro immagine spesso è uno strumento di legittimazione più potente rispetto ai loro colleghi e siccome apprezziamo lo sforzo a prescindere diamo un’occhiata a chi se la sta cavando meglio in questo delicato e spregevole compito secondo l’insindacabile e inappellabile giudizio dei risultati su google images. Cominceremo da tre campionesse assolute, tre popstars rappresentative del nostro magico arco istituzionale:

 

VIRGINIA RAGGI:

 

 

Qui le cose vanno super bene! Infatti in questo caso l’allegria della situazione romana unita all’indiscutibile carisma della persona fanno sì che si debba arrivare alla terza riga prima di trovare un quasi sorriso. Infatti Virgy, come tutti i suoi compagni pentastellati, non ha un buon rapporto con la stampa e a questo punto probabilmente anche con gli obiettivi. Ricordiamoci la sua smodata passione per le comunicazioni ufficiali sempre inspiegabilmente alle tre di notte. Sei forse fotofobica Virginia? Spero di no. In ogni caso apprezziamo lo sforzo di metterti di tre quarti appena scorgi un obiettivo comparire all’orizzonte e anche lo sguardo accigliato di chi sa che è fondamentale non dormire e avere a che fare con roba brutale (cit) Ma poi chi di noi non sarebbe preoccupato al posto suo? Peppone Commissario della Gente le ha messo vicino dei tutor e la terrà quasi sicuramente crocifissa in sala consiliare fino alle prossime elezioni qualsiasi cosa accada compresi maremoti e menomazioni corporee improvvise visto che se perde Roma per #DISONESTAHH poi addio Primo Governo Di Battista addio Ministero Delle Scie Chimiche, addio a tutti i nostri sogni. Quindi forza Virgy, non mollare.

 

MARIA ELENA BOSCHI:

 

 

Cosa dire di @MEB che non sia già stato detto della Madonna Santa Maria Vergine?

Maria Elena è bella, è bellissima, ma è anche umile, umilissima. E’ il volto soft core del Governo. Negli occhi azzurri di Maria Elena che scruta il futuro si specchia la parte migliore di noi, quello che potremmo essere se solo davvero lo desiderassimo con un po’ di Bontà, di Purezza, di Azioni Marcite Di Banca Etruria. La cosa ancora più bella è che per guidare la Nazione Maria Elena non ha bisogno di fare nulla se non sorriderci dalla tv, magari 24 ore su 24, magari su un canale dedicato, come quelli di finti caminetti su Sky solo con lei che sorride. Io credo che la situazione bancaria europea in generale ne gioverebbe. Purtroppo però la caduta in disgrazia la acciglia, offusca, giustamente, il suo sguardo chiaro. E io non posso tollerare di vederla soffrire. Allora le suggerirei di andare a guardare i suggerimenti che compaiono nella sua ricerca, per fare chiarezza su quello che noi italiani davvero vogliamo da lei:

 

1 Maria Elena Boschi Fidanzato

2 Maria Elena Boschi Scarpe

3 Maria Elena Boschi Miss Parlamento

 

Come vedi @MEB c’è ancora tantissimo da dare, anche senza ruoli istituzionali.

Ci manchi Miss Parlamento. <3

 

GIORGIA MELONI:

 

 

Giorgia Meloni o, come mi piace chiamarla, l’apostrofo rosa fra le parole “apologia” e “fascismo”, di base è mega simpatica come ci dimostrano chiaramente i suoi risultati. C’è anche una nutrita frangia di ammiratori di Draghetta la maga di Photoshop che la ritengono sexy a precsindere dai suoi talenti nella post produzione fotografica, universalmente riconosciuti. Per quanto devo dire che da quando posseggo un huawei mi sono accorta che il filtro “bellezza”nelle foto è appositamente pensato per trasformarti nella statua di cera di te stessa e/o in un poster elettorale di Giorgia Meloni, quindi può essere semplicemente che lei si fosse fatta delle foto con un huawei, chi può dirlo. E’ molto bello da parte di Giorgia aver ascoltato anche quell’anonimo qualcuno che deve averle detto di smetterla di fare la pesciarola in televisione, di non urlare e fare Quella di Buon Senso ma Dalla Parte della Gente. Brava Giorgiona, brava. Ciò non toglie che al crepuscolo di Berlusconi il centro destra abbia perso una grande occasione per il lol nazionale non credendo in lei, ma anche la sua autostima secondo me poteva darci un po’ più dentro.

 

Cosa abbiamo imparato da questa galleria? Nulla. Ma se come noi sei appassionato di Google, di depressione maggiore e di Palazzo Montecitorio non scordarti che verranno altre brillanti analisi!

 

Nel frattempo stai su con la vita, mi raccomando!

 

Comments